Uncategorized

Giorno 147: Viaggio a Barcellona, terza parte.

Il terzo giorno del mio viaggio a Barcellona, ci siamo recati in un posto caratteristico di questa stupenda città, il "Mercat de La Boqueria", che è più o meno l'equivalente dei mercati generali che si trovano a Milano, ma si trovano tutti i generi alimentari, dal pesce al pollame, dalla frutta alle caramelle gommose. La peculiarità di questo mercato è che rimane aperto tutto il giorno e quindi ogni qualvolta ci si passa davanti, fermarsi per prendere un frullato o un frutto fresco è d'obbligo. _MG_2067

Il posto esternamente non è molto vistoso, ma una volta entrati si viene travolti da una valanga di colori, la frutta è sempre freschissima e ci sono varietà che in Italia non avevo mai visto, come il "Dragon Fruit" che è un frutto delle dimensioni di circa 10-12cm, dalla forma più o meno ovale, dall'esterno rosso e verde e dall'interno bianco puntinato di nero. La curiosità era alta, ma era sicuramente paragonabile al prezzo. Il "Mercat de La Boqueria" è anche dotato di un tetto, cosa insolita per un mercato. Devo dire che tra tutti comunque, i fruttivendoli facevano sicuramente la figura migliore: oltre a vendere frutta fresca infatti, offrivano anche una miriade di frullati freschi, impossibile non trovare una combinazione che soddisfi anche i palati più difficili. In questo posto si trovano anche, come ho detto prima, macellai e pescivendoli, ma girando un po' si trovano anche banchetti dedicati alle spezie, al cioccolato e alle caramelle, ed essendo esse stipate in spazi rettangolari, ne ho approfittato e colto l'occasione per portare avanti il mio progetto sulle "Textures" [Link]

_MG_2069

Dopo aver gustato un succosissimo ananas tagliato a cubetti, ci dirigiamo verso il Parc de Joan Miró, dove è esposta una delle creazioni dell'artista, dove abbiamo anche avuto un incontro ravvicinato con dei parrocchetti che a Barcellona sono presenti quasi ovunque, a patto che ci siano delle palme nelle vicinanze. La foto fatta al simpatico uccellino è stata scattata con l'85mm ed ero ad una distanza molto inferiore al metro di lunghezza, ma quando ho alzato la testa per salutarli sono volati via.

_MG_2083

_MG_2089

A questo punto marciamo verso il Parc de Montjuïc, probabilmente il parco più grande di Barcellona, dove vediamo numerosi monumenti e dove, vista l'estensione del parco, camminiamo moltissimo. Dopo aver passato il Museu Nacional d'Art de Catalunya ed il vivaio del parco, ci dirigiamo verso la Torre della Calatrava, una torre che serve per le telecomunicazioni che, al contrario di quello che succede in Italia, è stata convertita in un'opera d'arte moderna.

_MG_2123

Una volta arrivati fino alla cima del monte Montjuïc abbiamo anche visitato sommariamente il castello, soffermandoci sulla vista del porto commerciale di Barcellona, viso che dall'alto si ha una vista fantastica e davvero completa dell'ampiezza di questo posto.

_MG_2128

Nel pomeriggio siamo anche andati a visitare il Camp Nou, ma la sfortuna ha voluto che la sera ci fosse una partita della Coppa del Re, e quindi lo stadio abbiamo potuto vederlo solo dall'esterno.

Il quarto giorno, è arrivato praticamente subito, e abbiamo dovuto lasciare la stanza in mattinata. Questo giorno è stato dedicato al relax, anche se effettivamente durante tutto il viaggio non abbiamo mai avuto fretta e abbiamo visto tutto ciò che ci interessava. L'ultima cosa importante da vedere era il primo parco istituito a Barcellona, dove c'è una fontana molto grande e particolare.

_MG_2205

Siamo poi tornati sulla spiaggia, dove ci siamo goduti il tiepido sole, e abbiamo approfittato per toglierci le scarpe e camminare sulla sabbia fresca ed infine per assaggiare un po' di mare, è stato davvero fantastico e.. quasi impensabile. Se non l'avessi fatto di persona, non ci crederei mai di aver pucciato i piedi al mare, a gennaio.

_MG_2209

Verso le cinque del pomeriggio siamo andati verso l'aeroporto e Barcellona ci ha salutato con un tramonto grandioso, ma che purtroppo non ho voluto fotografare, in quanto non ero nella posizione più adatta e, cosa da non sottovalutare, ero stanchissimo. Abbiamo avuto dei problemi con i bagagli e Ryanair ha fatto pagare cinquanta euro in più per un paio di centimetri in più, davvero uno scandalo. Penso che eviterò sempre, quando possibile, questa compagnia aerea.

Concludendo, posso dire che Barcellona è davvero una città che mi ha colpito, meravigliato e stupito. La porterò sempre nel cuore e quando penserò a questa città avrò sempre delle sensazioni positive.

Grazie G. :)

_MG_2218

Come al solito, spero che le foto ed il racconto vi siano piaciuti, e vi invito a controllare questo blog, perché prossimamente ci saranno nuovi post, nuove foto e recensioni!

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.

Giorno 145: Viaggio a Barcellona, prima parte.

Eccoci qui! Sono tornato da Barcellona Venerdì sera con ben 540 fotografie. Per voi ne ho scelte 21, che dividerò in tre post che potrete leggere nei prossimi giorni! Il pre-viaggio.

Vedendo le varie offerte che si trovano su Groupon Groupalia e affini, mi son detto: posso fare di meglio e spendere anche meno. Dove andare? Ho vagliato le varie possibilità che internet mi dava: Budapest, Barcellona, Bruxelles e tante altre. La scelta è ricaduta su Barcellona in quanto la più a sud e quella con il prezzo del biglietto aereo tra i più bassi. Alla fine abbiamo prenotato i voli con degli orari spettacolari: andata da Orio al Serio alle 8 e 30 dell'8 Gennaio, il ritorno da Barcellona El Prat alle 19 e 05, compagnia Ryanair. Prezzo attorno ai 65/70 euro A/R.

Ho soggiornato all'hotel Call, che si trova nel quartiere gotico, a 5 minuti dalla Rambla (la via centrale di Barcellona) e dalla metropolitana. Ho pagato 18 euro a notte, e mi immaginavo che fosse abbastanza fatiscente visto il prezzo. Ma una volta arrivato li ed entrato in camera, chiaramente non era l'Hilton, ma devo dire che mi ha piacevolmente sorpreso: Bagno privato con doccia (pulitissimo!!) e wi-fi gratuito, la posizione è realmente ottima in quanto ci sono vari ristoranti e fastfood, oltre che Starbucks a meno di due minuti.

Dovendo preparare la "valigia" e volendo portare la mia ormai fidata 5D Mark 3 e le mie tre lenti preferite (24 f/1.4, 50 f/1.4 e 85 f/1.8), ho dovuto anche ridurre il numero di indumenti e portarmi due cambi di vestiti al posto che tre, ma comunque non c'è stato problema, ho dovuto rimuovere il materiale anti-urto del mio zaino fotografico e infilarlo dentro allo zaino che mi son portato appresso per tutto il viaggio.

Primo giorno.

La sveglia suona alle 5 e 15, nonostante avessimo già fatto il check-in on-line, non volevamo certo perdere il volo. Il Volo parte in orario, e alle 10 del mattino siamo arrivati a Barcellona. Come usciamo dall'aeroporto, notiamo immediatamente la differenza di temperatura rispetto all'Italia: qui si sta bene, davvero. Non c'è quasi bisogno della giacca, ed infatti nei giorni successivi non la userò molto.

Prendiamo un biglietto denominato T10, valido sia per il treno che per la metro e che da l'accesso per 10 volte, dal costo di circa 10 euro per spostarci (se avessimo fatto i biglietti singoli avremmo speso il doppio), e cominciamo a girare per le vie del "Barri Gotic" per cercare l'albergo e per fare un primo sopralluogo della zona, scattando anche qualche foto.

_MG_1586

Dopo aver preso la stanza, ci dirigiamo verso la zona della Barceloneta, e mentre andiamo a fare un giro veloce sulla spiaggia, trovo un signore che si sta riposando sdraiato sul pavimento all'interno di una casa in ristrutturazione:

_MG_1659

La spiaggia è enorme, volevamo prenderci un secondo per riposare, ma siamo stati disturbati da una persona ubriaca e molesta, quindi abbiamo deciso di tornare indietro, per vedere l'acquario di Barcellona, il più grande d'europa. Nella foto sotto potete vedere la "Rambla del Mar" che passa attraverso il porto turistico e porta ad un centro commerciale, ad un cinema multisala ed appunto, all'acquario. Nello sfondo potete vedere il caratteristico albergo dalla forma di vela.

_MG_1639

L'acquario di Barcellona è davvero enorme, ospita moltissime varietà di pesci: da quelli di fiume a quelli della barriera corallina, dai pesci più velenosi al mondo agli innocui pinguini.

_MG_1707

_MG_1747

L'itinerario è durato circa tre ore (siamo stati molto lenti, è troppo bello e vale tutto il prezzo del biglietto) dopodiché siamo andati a fare un giro al centro commerciale e siamo tornati in albergo. Prima di andare a rifocillarci però, ho voluto scattare un'ultima foto dalla zona del porto:

_MG_1806

Spero che le foto ed il racconto vi siano piaciuti, nei prossimi giorni potrete leggere dell'itinerario di Gaudì e vedere altre foto di questa magnifica città!

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.

Giorno 142: Natale si avvicina!

Eh si ragazzi, il Natale si avvicina, ed è tempo di pensare ai regali!!Io ho già provveduto con un viaggetto a Barcellona e la 5D Mark III, ma voglio darvi qualche piccolo spunto per fare dei regali ai vostri amici fotografi, che scattano con macchine reflex:

Low Cost [15-25€]

Partiamo dai libri, che sono sempre un ottimo regalo: l'anno scorso ho ricevuto "L'occhio del fotografo" di Michael Freeman, ed in generale la collana della Logos di questo autore è sempre bella ed interessante. La serie è molto ricca, ma consiglio "L'esposizione fotografica" e appunto "L'occhio del fotografo", i prezzi sono molto contenuti, e potete trovarli su Amazon cliccando questo LINK

3105c754fbb5a6457db69ec188561bfa

Un'altro regalo low cost e d'effetto è la t-shirt con una stampa di una macchina fotografica: in questo SITO ne trovate una buona selezione.

Schermata 2012-12-02 alle 12.21.57

Se invece dovete fare un regalo ad una fotografA, in rete si trovano dei ciondoli per collane a forma di macchina fotografica: LINK

Vintage_camera_necklace_jewelry_camera_necklace_camera_pendant_camera_charms

Per chi vuol spendere di più [25-110€] Tra queste idee regalo ce ne sono alcune che non sono legate strettamente all'utilizzo della reflex, mentre altri dovete conoscere almeno la marca della macchina fotografica della persona a cui fate il regalo:

Un regalo molto simpatico, è la tazza a forma di obiettivo: vengono vendute a questo LINK quelle raffiguranti gli obiettivi di Canon Nikon e Sony. LINK

1pc-24-105mm-Lens-Mug-Canon-mugs

Un altro regalo molto particolare, è la chiavetta USB a forma di macchina fotografica: nello stesso sito linkato prima, trovate le riproduzioni di Canon e Nikon!

20096_img_foto1w240h

Questo regalo invece è un po' più specialistico, in quanto si tratta di un set base di filtri a lastrina: sono i Filtri Cookin P, e qui sotto vi metto i link che vi permettono di comporre una sorta di "starter kit" che comprende un filtro GND da 3 stop, holder e adattatore. Quest'ultimo è molto importante, perché è la parte che si attacca all'obiettivo, fate attenzione che sia compatibile con la lente della persona a cui regalerete questo oggetto. Generalmente se non ha obiettivi diversi da quello in dotazione, è 58mm, che trovate nei tre link: Holder Filtro ND4 Adattatore.

77mm-adapter-ring-for-cokin-p-series_uagxyn1342609496423

Se il vostro amico si lamenta sempre che vuol portarsi dietro la macchina fotografica, regalategli questo zaino:il Lowepro Flipside, ospita una reflex e due obiettivi, molto di più di quello che generalmente uno porta in giro. In più c'è lo spazio per portarsi la merenda durante l'escursione! LINK

2_38921a

Questo non è un regalo bello, ma sicuramente estremamente utile: Hard Disk Western Digital 2TB immaginate se d'improvviso perdiate un anno di foto. Con questo le probabilità sono molto minori! LINK

31M0nA8UjYL._SL500_

Se il vostro amico ha una Canon, e non ha obiettivi diversi da quello di serie, il 50 f/1.8 è un regalo che sicuramente apprezzerà tantissimo! Lo sfuocato è fantastico ed inoltre è sicuramente il miglior obiettivo per rapporto qualità/prezzo! LINK

2_104a

Ovviamente, ci sono molti altri articoli in questo range di prezzi, come cavalletti, zaini, schede di memoria e compatte, ma questi che ho elencato sono dei regali un po' particolari e che magari non tutti pensano. Sicuramente prima di natale farò un altro post.. a presto!!

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.