Giorno 147: Viaggio a Barcellona, terza parte.

Il terzo giorno del mio viaggio a Barcellona, ci siamo recati in un posto caratteristico di questa stupenda città, il "Mercat de La Boqueria", che è più o meno l'equivalente dei mercati generali che si trovano a Milano, ma si trovano tutti i generi alimentari, dal pesce al pollame, dalla frutta alle caramelle gommose. La peculiarità di questo mercato è che rimane aperto tutto il giorno e quindi ogni qualvolta ci si passa davanti, fermarsi per prendere un frullato o un frutto fresco è d'obbligo. _MG_2067

Il posto esternamente non è molto vistoso, ma una volta entrati si viene travolti da una valanga di colori, la frutta è sempre freschissima e ci sono varietà che in Italia non avevo mai visto, come il "Dragon Fruit" che è un frutto delle dimensioni di circa 10-12cm, dalla forma più o meno ovale, dall'esterno rosso e verde e dall'interno bianco puntinato di nero. La curiosità era alta, ma era sicuramente paragonabile al prezzo. Il "Mercat de La Boqueria" è anche dotato di un tetto, cosa insolita per un mercato. Devo dire che tra tutti comunque, i fruttivendoli facevano sicuramente la figura migliore: oltre a vendere frutta fresca infatti, offrivano anche una miriade di frullati freschi, impossibile non trovare una combinazione che soddisfi anche i palati più difficili. In questo posto si trovano anche, come ho detto prima, macellai e pescivendoli, ma girando un po' si trovano anche banchetti dedicati alle spezie, al cioccolato e alle caramelle, ed essendo esse stipate in spazi rettangolari, ne ho approfittato e colto l'occasione per portare avanti il mio progetto sulle "Textures" [Link]

_MG_2069

Dopo aver gustato un succosissimo ananas tagliato a cubetti, ci dirigiamo verso il Parc de Joan Miró, dove è esposta una delle creazioni dell'artista, dove abbiamo anche avuto un incontro ravvicinato con dei parrocchetti che a Barcellona sono presenti quasi ovunque, a patto che ci siano delle palme nelle vicinanze. La foto fatta al simpatico uccellino è stata scattata con l'85mm ed ero ad una distanza molto inferiore al metro di lunghezza, ma quando ho alzato la testa per salutarli sono volati via.

_MG_2083

_MG_2089

A questo punto marciamo verso il Parc de Montjuïc, probabilmente il parco più grande di Barcellona, dove vediamo numerosi monumenti e dove, vista l'estensione del parco, camminiamo moltissimo. Dopo aver passato il Museu Nacional d'Art de Catalunya ed il vivaio del parco, ci dirigiamo verso la Torre della Calatrava, una torre che serve per le telecomunicazioni che, al contrario di quello che succede in Italia, è stata convertita in un'opera d'arte moderna.

_MG_2123

Una volta arrivati fino alla cima del monte Montjuïc abbiamo anche visitato sommariamente il castello, soffermandoci sulla vista del porto commerciale di Barcellona, viso che dall'alto si ha una vista fantastica e davvero completa dell'ampiezza di questo posto.

_MG_2128

Nel pomeriggio siamo anche andati a visitare il Camp Nou, ma la sfortuna ha voluto che la sera ci fosse una partita della Coppa del Re, e quindi lo stadio abbiamo potuto vederlo solo dall'esterno.

Il quarto giorno, è arrivato praticamente subito, e abbiamo dovuto lasciare la stanza in mattinata. Questo giorno è stato dedicato al relax, anche se effettivamente durante tutto il viaggio non abbiamo mai avuto fretta e abbiamo visto tutto ciò che ci interessava. L'ultima cosa importante da vedere era il primo parco istituito a Barcellona, dove c'è una fontana molto grande e particolare.

_MG_2205

Siamo poi tornati sulla spiaggia, dove ci siamo goduti il tiepido sole, e abbiamo approfittato per toglierci le scarpe e camminare sulla sabbia fresca ed infine per assaggiare un po' di mare, è stato davvero fantastico e.. quasi impensabile. Se non l'avessi fatto di persona, non ci crederei mai di aver pucciato i piedi al mare, a gennaio.

_MG_2209

Verso le cinque del pomeriggio siamo andati verso l'aeroporto e Barcellona ci ha salutato con un tramonto grandioso, ma che purtroppo non ho voluto fotografare, in quanto non ero nella posizione più adatta e, cosa da non sottovalutare, ero stanchissimo. Abbiamo avuto dei problemi con i bagagli e Ryanair ha fatto pagare cinquanta euro in più per un paio di centimetri in più, davvero uno scandalo. Penso che eviterò sempre, quando possibile, questa compagnia aerea.

Concludendo, posso dire che Barcellona è davvero una città che mi ha colpito, meravigliato e stupito. La porterò sempre nel cuore e quando penserò a questa città avrò sempre delle sensazioni positive.

Grazie G. :)

_MG_2218

Come al solito, spero che le foto ed il racconto vi siano piaciuti, e vi invito a controllare questo blog, perché prossimamente ci saranno nuovi post, nuove foto e recensioni!

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.