Giorno 138: La lega

Questo blog non è mai stato schierato politicamente, e non lo sarà MAI, perché è un blog di fotografia. Ma le offese che farò, sono dirette alle singole persone, e se vi offendete leggendo le mie parole vuol dire che siete della stessa pasta, quindi peggio per voi, e se siete facilmente suscettibili, NON LEGGETE per poi insultare, piuttosto fatevi una grassa risata come è capitato a me. Come dice il proverbio: "uomo avvisato, mezzo salvato." Oggi parlo di un movimento politico che mi ha sempre fatto ridere, non per le idee, che non condivido ma rispetto, ma per i personaggi quantomeno eccentrici che si possono contare fra le sue fila, a cominciare da Bossi, che quando urlava "cel'abbiamo duro!!" e il popolo padano urlava di gioia (!?), per continuare poi con altri esponenti, che non sto qui a citare. Poi per i manifesti elettorali che mi hanno fatto più volte sbellicare dalle risate, ricordo quello degli indiani d'america.. quante risate! Nella mia visita a Venezia, purtroppo aggiungerei, mi sono imbattuto in un comizio proprio di questo partito, e ho capito una moltitudine di cose, a partire dal fatto che ho capito come mai ai vertici di questo movimento ci siano dei cabarettisti più che dei politici.

Mi incammino verso le 6 del mattino verso Venezia con i miei compagni di viaggio, e arrivando in autostrada, notiamo qualche pullman con i simboli della lega appesi sui finestrini. Fin qui, nulla di strano, non abbiamo pensato che ci fosse un comizio proprio nella città che stavamo per visitare. Voglio però sottolineare una cosa, tipica dell'italiano medio e che riguarda nello specifico le persone estremamente rozze che abbiamo incontrato nella sosta in un autogrill: se c'è una fila, bisogna rispettarla, e se una persona sta occupando un tavolo, non si appoggia tazza del caffè fumante con brioche e ci si mette a mangiare in faccia a lui.

Purtroppo con il passare del tempo e dei chilometri, ci siamo resi conto che la direzione dei leghisti era proprio Venezia. Purtroppo avevo già fatto quasi 300km, quindi sarebbe stato stupido tornare indietro senza aver visto la città. Una volta arrivati, notiamo subito le numerosissime bandiere, manco si trattasse di una squadra di calcio, e andando in giro, noto altri personaggi particolari, travestiti da cavalieri medioevali o da vichinghi (che poi con la lega non riesco proprio ad immaginare cosa centrino) e che potete vedere nelle foto qui sotto:

La mia personale interpretazione è che si stia dando del cornuto da solo.. mentre quelli sotto sono un po' in anticipo con il carnevale, ma hanno trovato il comizio della lega, quindi erano in tema.

Ma l'oscar per il trucco e il travestimento lo vince questo rarissimo esempio di "Folletto Padano" che si è pure fermato per farsi fare una foto (che ovviamente ho cancellato, mi piaceva di più questa che non era in posa). Con questa persona ho seriamente rischiato di scoppiare a ridergli in faccia, mi scendevano quasi le lacrime dalle risate! (solo una volta che sen'era andato, non avrei voluto offenderlo, anche se adesso lo sto facendo! :D )

so che adesso il leghista medio mi insulterà.. ma spero che la sua intelligenza gli permetta di unirsi a me nella risata.

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.