Giorno 136: Fra montagne e laguna veneta

Questo weekend è stato davvero interessante e ricco di spunti fotografici: sabato sono andato con la mia Gloria sul Monte Barro, che abbiamo risalito fino alla cima, mentre domenica siamo andati a Venezia, e in una città affascinante e ricca di storia come questa, le fonti di ispirazione non sono certo mancate.

La giornata di sabato era particolarmente calda, non il massimo per la fotografia di paesaggio, visto e considerato che l'umidità riduce sensibilmente il contrasto e non permette quindi di avere dettagli buoni nelle lunghe distanze. La foto che vedete qui sopra però, dopo una mezz'oretta di Lightroom sono riuscito a farla rendere come volevo: ho alzato il contrasto nella zona delle nuvole, il che mi ha permesso di tirare fuori dei dettagli che ad occhio nudo non si potevano vedere: i raggi di sole che fendono le nuvole e le nuvole stesse, in quanto troppo chiare, si confondevano con il colore del cielo.

Ho provato poi a fare delle foto panoramiche con il teleobiettivo, e devo dire che il risultato non mi è affatto dispiaciuto. Anche qui ho lavorato molto con il contrasto per togliere la foschia, e in più ho aumentato leggermente la saturazione per rendere migliori i toni del verde e del blu.

Una volta arrivato in vetta, ho deciso di provare due cose che fin'ora avevo lasciato un po' in disparte: l'HDR e l'unione di più foto.

Questa foto è stata ottenuta unendo sei foto, con la funzione HDR Pro di PSCS6. La foschia però era comunque troppo forte, di conseguenza ho dovuto aggiungere un livello di regolazione per ottenere un effetto migliore. Ricordate che esistono molti tipi di HDR e quello che si vede in giro normalmente e che si riconosce subito, a me non piace. preferisco usare questa tecnica per ottenere foto il più simili possibile a quello che vede l'occhio umano e fare HDR così secondo me è più difficile, perché si ha sempre la tendenza di seguire la "moda".

Quella che vedete qui sopra è la seconda opzione, ottenuta con sette fotografie, scattate in verticale, con il 17-40 a 17mm. Non ho calcolato con precisione quanti gradi di ampiezza effettivamente sia, ma dovrebbe essere circa 160/170°. Inizialmente per fondere queste foto, ho lasciato interamente il compito a Photoshop che, andando anche a correggere la distorsione dell'obiettivo, mi aveva fatto perdere una quantità notevole di angolo di campo, per cui ho rifatto il processo di sovrapposizione, chiedendo a PS di riposizionarle e non di correggere la prospettiva. il risultato è stata un'immagine da ben 44,1 Megapixel, ed è talmente grande che potrei stamparla tranquillamente a 2,5/3 metri di lato lungo senza perdere nemmeno un piccolo dettaglio. Purtroppo con la compressione perde anche molti dei suoi dettagli, ma se volete la versione estesa potete mandarmi una mail all'indirizzo di posta: gabriele.zanon@me.com per maggiori informazioni.

Ricordo che TUTTE le foto presenti in questo articolo sono in vendita con vari tipi di licenze, e la maggior parte di quelle che potete trovare sul mio sito e su flickr hanno la stessa possibilità.

Restate collegati, perché prossimamente metterò le foto che ho scattato a Venezia!

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.