Giorno 134: Blink 182, alla fine cel'ho fatta!

Prima di procedere con il post, chiedo scusa a tutti i lettori, per essere sparito e non aver più fatto il post dove avrei spiegato come fotografare l'orchidea con il fondo bianco, ma è stato un periodo confuso, pieno di contrattempi (ho portato ben due volte il 24 f/1.4 in camera service) e, per dirla tutta anche di matrimoni, che portano via davvero moltissimo tempo. Detto questo.. beh, dopo aver chiesto l'accredito per il concerto dei blink a dicembre dell'anno scorso, pensavo di essere in una botte di ferro, e che non avrei avuto il minimo problema ad entrare come fotografo accreditato, invece Vivo concerti (che ironicamente) ringrazio molto, ha respinto la mia richiesta d'accredito dieci giorni prima del concerto, quindi era praticamente impossibile trovare un biglietto in tempo, anche a costo di pagarlo caro.

La mattina del 3 luglio invece, mi chiama un mio ex compagno di classe, che chiamerò con il suo soprannome, Nello, dicendomi che aveva la possibilità di farmi prendere il biglietto per il concerto dei blink 182 proprio per la sera stessa... la mia solita botta di culo.

Alle 18 e 20, mi reco a prendere il biglietto, passo a prendere il mio amico Fra e partiamo, verso il forum di assago. Una volta arrivati, chiedo al buttafuori se si poteva portare la macchina fotografica all'interno del forum (perché di solito fanno problemi), senza però specificare che si trattava di una reflex. Alle 20 e 30, iniziano a suonare i The All American Rejects, e devo dire che mi hanno piacevolmente sorpreso, anche se li conosco e li ascolto da tempo.

Alle 22 e qualche minuto, cala il telone nero, ed eccoli.. l'aucustica da paura del forum, la gente e tutto il resto.. beh, non esistevano più. C'ero io, la mia reflex e loro sul palco, a pochi metri da me. Il mio 70-200 mi faceva avvicinare ancora di più, sentivo il suono del basso, della chitarra e la batteria fortissimo, sembrava che fossi li, sul palco.

Ero preso a far foto, non sentivo nemmeno la mia voce cantare. Foto, foto e ancora foto. Una mano, mi afferra per la spalla e vedo un uomo alto due metri e che avrà avuto un peso di centosessanta chili che mi indica la macchina fotografica e mi fa cenno di seguirlo. Fuggire era inutile, avrei solo peggiorato la situazione. in un gesto disperato ho tolto la scheda di memoria dalla 5D, ma il tizio sen'era accorto.

Arriviamo al fianco del palco nel corridoio riservato alla stampa e mi fa: "è inutile che togli la scheda, tanto se voglio te la faccio cancellare e ti sbatto fuori comunque.", in quella mi sono un po' arrovellato giustificando che comunque avevo pagato il biglietto e c'era una marea di gente con la reflex e la macchina fotografica tra il pubblico.Mi è stato risposto che la mia era professionale -maledetto!- e che non essendo accreditato "rubavo" il lavoro ai cinque (e dico cinque fotografi che c'erano li, ma dai! a quel punto potevano accreditare anche me!) dopo una serie di cazziate arrivate non solo da chewbacca depilato, ma anche da una tizia e un altro buttafuori, sono riuscito a tenermi foto e non farmi sbattere fuori... quindi ho cambiato zona e ho continuato imperterrito a fotografare! :P

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.