Giorno 96: Fuji X-Pro1

Fuji ha deciso di scendere nel campo delle popolari fotocamere Mirrorless con un nuovo modello, erede dell’esperienza fatta con le pluripremiate X100 ed X10: la Fuji X-Pro1. La linea di pensiero di questo nuovo modello ricalca ciò che è stato fatto in precedenza: linee dal gusto squisitamente retrò e qualità d’immagine ai massimi livelli. Infatti nel comunicato stampa, si legge che questo nuovo modello è indirizzato ad utenti molto appassionati ed addirittura ai professionisti. Completa di un parco ottiche, per ora limitato a soli tre obiettivi, promette risultati eccellenti grazie a nuove tecnologie molto interessanti. Andiamo ora ad analizzare le novità che questo gioiellino marchiato Fuji.

Qualità d’immagine.

Fuji punta molto sulle nuove tecnologie per migliorare la qualità d’immagine e lo fa partendo proprio da una rivoluzione nella mappatura del sensore: i pixel sono stati riprogettati ispirandosi alla casualità della disposizione della grana della pellicola, il che attenua notevolmente l’effetto moiré e falsi colori, rendendo quindi inutile il filtro passa-basso presente nella quasi totalità dei normali sensori d’immagine. L’eliminazione del filtro passa-basso e la disposizione casuale dei pixel quindi, comportano un aumento della resa dei colori e della risoluzione effettiva del sensore tanto che, a detta del produttore, la nuova X-Pro1 produrrà immagini direttamente paragonabili a quelle prodotte da fotocamere Full Frame. I 16 Megapixel del sensore APS-C disposti in questo modo però hanno anche bisogno di un’incremento della capacità di calcolo e per questo Fuji, ha creato un nuovo processore d’immagine: EXR Processor PRO, che promette una maggiore velocità e precisione nell’elaborazione delle immagini RAW e JPG.

Design e Tecnologia

Il look Retrò estremamente curato e preciso di questa macchina potrebbe trarre in inganno l’occhio meno esperto, ma andando ad analizzare nel dettaglio la X-Pro1 scopriamo che è una vero e proprio concentrato di tecnologia. Per prima cosa il “Mirino Multi Hybrid” già visto nella Fuji X100, è stato ulteriormente migliorato: infatti mi chiedevo come una mirrorless con un mirino fisso potesse adattarsi all’obiettivo innestato. All’inizio avevo pensato ad un sistema simile a quello delle Leica a telemetro, visto che già il design di questa macchina lo ricorda, invece è un sistema davvero originale: in base all’obiettivo montato il mirino ottico si adatta alla lunghezza focale con un sistema simile a quello che troviamo nella X10, quindi ottico, ma con la stessa tecnologia della X100. Abbiamo quindi un mirino ibrido, che oltre a visualizzare la scena con la lunghezza focale corretta, visualizza anche tutte le informazioni che vogliamo, ma non è finita qui: volendo, si può anche impostare la lunghezza focale manualmente, in modo da ottenere lo stesso sistema usato nelle fotocamere a telemetro tradizionali, che permette di vedere anche ai lati dell’inquadratura effettiva dell’obiettivo. Il corpo macchina in alluminio è stato studiato per resistere agli agenti atmosferici ed è quindi adatto ai professionisti del settore. Inoltre, la macchina fornisce una grande quantità di elaborazioni in-camera che comprende la simulazione delle più famose pellicole Fuji, dalla Velvia alla Provia, passando anche per l’Astia, oltre ad un’avanzata elaborazione digitale in grado di simulare la doppia esposizione, che si poteva ottenere con le vecchie fotocamere a pellicola. Infine troviamo un attacco delle ottiche studiato appositamente per massimizzare le prestazioni dei tre obiettivi disponibili, con un ulteriore incremento della risoluzione dell’immagine dal centro ma soprattutto ai bordi.

Obiettivi ed Accessori

Insieme alla nuova fotocamera, Fuji ha introdotto i primi tre obiettivi della nuova serie Fujinon XF, che concentrano l’esperienza accumulata nella costruzione di ottiche per registrazioni televisive e per le ottiche adatte al medio formato. Si tratta degli obiettivi "XF 18mm F2 R", "XF 35mm F1,4 R" e "R XF 60mm F2,4 Macro", che si contraddistinguono per la compattezza, la luminosità e la estrema precisione nel controllo della profondità di campo, con messa a fuoco manuale e ghiera dei diaframmi in rilievo per un maggiore grip ed un’ergonomia migliorata. Ogni obiettivo vanta un diaframma a lamelle arrotondate per ottenere uno straordinario effetto bokeh a tutte le aperture e un paraluce dedicato, studiato appositamente per rientrare nello stile della fotocamera e degli obiettivi stessi. Oltre agli obiettivi troviamo un’impugnatura opzionale, che massimizza confort e grip, aiutando al tempo stesso il bilanciamento del peso delle ottiche. Un’altro degli accessori disponibili è il flash esterno che permette una regolazione oltre che automatica, manuale. Infine l’ultimo, ma non meno pregiato degli accessori, è la custodia in pelle nera che presenta un’elegante finitura interna di colore rosso, che oltre alla protezione esterna della X-Pro1, aggiunge la tracolla, anche lei in pelle.

Caratteristiche principali

Nuovo sensore CMOS denominato X-TransTM CMOSTM Nuovo EXR Processor Pro Tre Obiettivi FUJINON XF dedicati Attacco FUJIFILM “X-Mount” Mirino Multi Hybrid Sistema di pulizia del Sensore Ultra Sonic Vibration File formato RAW Video Full HD e audio stereo Otturatore: Focal Plane Shutter Design "Made in Japan" estremamente accurato Modalità Simulazione Pellicola avanzata Gamma di accessori opzionali dedicati

Considerazioni

Dopo aver visto e provato le prime due fotocamere della serie X, la X100 e la X10, questa nuova mirrorless promette un salto di qualità non indifferente: il nuovo sensore con i pixel messi in modo casuale ed il mirino ibrido migliorato sembrano essere delle caratteristiche davvero interessanti, capaci di differenziare in maniera positiva e soprattutto decisiva questa nuova fotocamera senza specchio da quelle già in commercio, e le ottiche intercambiabili di qualità, promettono di avere una marcia in più rispetto a ciò che propone la concorrenza di questo settore in rapida espansione. non è stato accennato molto riguardo alle possibilità video, ma speriamo che siano valide come quelle presenti nei modelli precedenti, in particolare quelli della X10.

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.