Giorno 44: Il risveglio della polaroid

E' interessante come i vecchi brand vengano di tanto in tanto riesumati per il volere di qualche ricco appassionato: oggi è il turno di polaroid che con l'azienda "impossible project" sta tentando di riportare alla vita.

Si era già vista in passato una macchina digitale firmata da questo marchio, ma non era mai stata messa in produzione. Ora abbiamo un prototipo molto vicino alla commercializzazione che promette dei risultati davvero soddisfacenti: ha infatti un sensore da 14 Megapixel, la forma delle vecchie polaroid (che a mio modo di vedere è ancora molto affascinante) e la stampante integrata che produce stampe da 7x10cm in soli 45 secondi e il prezzo davvero interessante di soli trecento dollari, mentre la carta costa solamente venti. L'unica pecca che possiamo trovare in questa moderna macchina fotografica stile vintage, è la batteria che ha la carica soltanto per 75 scatti e 25 stampe, ma si può far aumentare la durata evitando di stampare, anche se la cosa poi non avrebbe un suo perché.

Purtroppo oggi non sono potuto andare al lago del Segrino, nonostante la bella giornata: poco male, visto che dalle mappe non avevo trovato spunti interessanti o posizioni particolarmente privilegiate per scattare delle fotografie interessanti. Giovedì invece se tutto va bene, dovrei riuscire a fare qualche foto, destinazione ancora da scegliere. Staremo a vedere.

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.