Giorno 23: Guida all'acquisto di una reflex, parte 3

My Gear, Updated

Per la terza parte di questa mini guida, vi parlerò della cosa più importante della macchina fotografica: l'obiettivo. In generale, quando comprate una reflex che non sia professionale, c'è sempre un obiettivo "base" con cui potete cominciare a fare fotografie e che ovviamente, è associato alla fascia della reflex. Quindi se andremo a comprare una macchina fotografica come la 1100D o la 600D (che sono entry level) avremo un obiettivo base, il 18-55 stabilizzato, mentre se ad esempio andiamo ad acquistare una 5D Mark 2, avremo in "kit" il 24-105 L IS, che è una lente di alto livello.

Cominciamo dai tipi di obiettivi:

Obiettivo ultragrandagolare: Obiettivo che ha la capacità di riprodurre sul sensore o pellicola un angolo di campo superiore ai 100°. Normalmente è un obiettivo che va dagli 8mm ai 20mm di focale.

Obiettivo grandangolare: Obiettivo che ha la capacità di riprodurre sul sensore o pellicola un angolo compreso tra 100° e 45°.Normalmente è un obiettivo che va dai 20mm ai 40mm di focale.

Obiettivo normale: Obiettivo che ha la capacità di riprodurre sul sensore o pellicola un angolo compreso tra 45° e 50°.Normalmente è un obiettivo che va dai 40mm ai 60mm di focale.

Obiettivo tele/teleobiettivo: Obiettivo che ha la capacità di riprodurre sul sensore o pellicola un angolo compreso tra 50° e 8°.Normalmente è un obiettivo che va dai 60mm ai 300mm di focale.

Obiettivo super tele/super teleobiettivo: Obiettivo che ha la capacità di riprodurre sul sensore o pellicola un angolo maggiore di 8° .Normalmente è un obiettivo che ha una lunghezza focale maggiore di 300mm.

Obiettivo luminoso: Obiettivo che ha un'aperura del diafframma numericamente inferiore a F/2.8, ma che si dice "ha un'apertura più ampia".

Ma cosa vogliono dire tutte quelle cifre stampate sull'obiettivo? Ad esempio il 18-55 che ha scritto: "EF-S 18-55 3.5-5.6 IS" cominciamo a leggere una per una le informazioni che ci vengono date:

EF-S: è il tipo di attacco dell'obiettivo, vuol dire che può essere montato su qualsiasi fotocamera tranne 5D e linea 1D (a causa della grandezza del sensore), quelle più performanti e costose in casa canon hanno la sigla EF. Per quanto riguarda Nikon invece, utilizza le scritture AF-S DX per gli obiettivi studiati per l'APS-C mentre toglie la sigla DX per gli obiettivi adatti al Full Frame.

18-55: è il range di lunghezze focali dell'obiettivo, va quindi da 18mm a 55mm includendo tutte le lunghezze focali tra la minima e la massima. La lunghezza focale si usa per indicare l'angolo di campo e più è basso il valore della lunghezza focale, più sarà ampio l'angolo di campo inquadrato. Ad esempio, con un 17mm si inquadrano 105°, mentre con un 200mm circa 12°, l'angolo di campo dell'occhio umano è di circa 40-45°, che viene considerato un obiettivo normale, ossia un 50mm. E' calcolata in base al formato pieno. e quindi per gli obiettivi con la sigla EF-S/AF-S DX dobbiamo moltiplicare questi numeri rispettivamente per 1.6 (Canon) e 1.5 (Nikon) per ottenere la lunghezza focale effettiva.

3.5-5.6: sono i valori massimi dell'apertura del diafframma alle focali massime e minime: avremo quindi un valore massimo di apertura di f/3.5 a 18mm mentre avremo un valore massimo di apertura pari a f/5.6 a 55mm. quando parliamo di apertura stiamo parlando di quanta luce entra nella macchina fotografica attraverso l’obiettivo. La quantità di luce che colpisce il sensore o la pellicola viene indicata con un numero detto “f/stop”, ad esempio, se dico f/2.8 (o numero minore) sto dicendo che la luce che entra nella fotocamera è tanta, quindi per evitare di avere una foto completamente bianca (bruciata) devo far passare questa quantità di luce per poco o pochissimo tempo per ottenere una foto con i colori e la luminosità corretti. Se invece dico f/22 sto dicendo l’esatto opposto, quindi siccome di luce ne entra poca dovrò farla passare per un tempo maggiore per ottenere lo stesso risultato.

IS: Sta per Image Stabilizer, è un meccanismo di lenti che permette di eliminare parzialmente gli effetti del mosso dovuti alla macchina fotografica o al fotografo, ovviamente se i soggetti sono in movimento verranno comunque mossi. Nikon usa come riferimento a questo meccanismo la sigla VR che sta a significare Vibraction Reduction. Anche tutte le altre case dispongono di questo sistema e lo chiamano nei modi più fantasiosi, ma alla fine l'effetto finale è sempre lo stesso.

Ma nel mondo della fotografia non esistono solo obiettivi a lunghezza focale variabile, detti normalmente zoom: esistono infatti anche delle ottiche a focale fissa, che hanno alcuni vantaggi rispetto agli zoom, ma ovviamente anche alcuni svantaggi:

Vantaggi: in generale hanno un'apertura del diafframma molto più ampia, e si arriva a dei modelli che arrivano ad aperture di f/1.4, con dei casi particolari (ma anche molto costosi) che arrivano addirittura a f/0.95, che vuol dire che entra molta più luce che nell'occhio umano. Grazie all'apertura più ampia abbiamo anche un'accentuamento dello sfuocato (che è diverso da mosso, ricordatevelo ;) ) e una qualità d'immagine più alta a causa del numero minore di lenti impiegato nella costruzione dell'obiettivo stesso.

Sotto un esempio di una foto fatta con un obiettivo a focale fissa di 50mm ad f/1.4:

Sorry, I Will Not Do It Anymore!

Svantaggi: ovviamente è l'impossibilità di variare l'angolo di campo inquadrato, e per cambiare inquadratura è necessario spostarsi fisicamente. In secondo luogo se si usa un obiettivo zoom è come avere con sé dai 2 ai 5 obiettivi fissi, quindi potrebbero costituire un problema di peso. ed infine il prezzo, che generalmente è molto più alto, proprio a causa della costruzione e della qualità d'immagine elevatissima.

Se siete dei neofiti però, il mio consiglio è di prendere l'obiettivo base, e prima di spostarvi su un obiettivo diverso, chiedervi cosa volete dalle vostre fotografie: Volgio più sfuocato? voglio avvicinarmi di più? voglio avere un agolo di visione più ampio? in base a alle risposte a queste domande, potrete poi scegliere se prendere un fisso o uno zoom, un ultragrandangolare o un super-tele.

Se volete, potete commentare anche sulla mia pagina di Facebook, visitare il mio Sito oppure commentare e criticare le mie foto su Flickr.